POPOLO DEL VULCANO

POPOLO DEL VULCANO

Il popolo del Vulcano è un popolo avido e consumista, crede di avere il diritto di usufruire di tutte le risorse dell’isola senza alcuna considerazione degli altri o del danno che reca.

La maggior parte della tribù Vulcano è fedele a Magor, l'incarnazione del terrore per l'intera Gorm. Il Vulcano è la dimora di Magor e del suo esercito di Gormiti composti di lava e fuoco. Vulcano è un insieme di strutture vulcaniche monolitiche, con fiumi di lava che scorrono. All’interno, avvengono gli incontri del Consiglio Tribale.

Quando i membri del consiglio si riuniscono, possono, guardando attraverso bacini di lava, avere visioni ed osservare ciò che accade nel resto di Gorm. Il caldo bagliore di questi flussi di lava fornisce illuminazione agli abitanti della tribù.

Tra le viscere sotterranee di Vulcano, si trova la camera di Magor: un serraglio bianco e rovente, con sculture di roccia e lava che raccontano la storia della tribù Vulcano. Fuori dalla fortezza c’è una serie di cannoni vulcanici che possono sparare “eruptor blasts” – roventi palle di lava capaci di raggiungere altri regni. Queste non sono mai state usate, ma la loro presenza è motivo di preoccupazione e ammonito per le altre tribù armate.

Un giorno, Magor, attivando queste armi, farebbe scoppiare la Guerra dei Gormiti. Anche se il regno di Vulcano è un regno dove prevalgono le tenebre, i principi di Gorm, avranno modo di scoprire che il fuoco non solo brucia, ma riscalda e illumina il percorso nel buio. Alcuni nella tribù Vulcano, come il Vecchio Saggio, credono che ci siano esseri che Magor non vede. Ce la faranno i principi del popolo della Terra, della Foresta, dell'Aria e del Mare a trovare questi pochi preziosi esseri ed imparare a fidarsi di loro per riportare la pace tra i Gormiti?